Loading…

NASCE L'AREA LAVORO DI LEGACOOP

Un nuovo modello di governance per riunire produzione e servizi
Scopri di più

Misure di sostegno all’Innovazione delle MPMI: approvati due nuovi bandi

Con Delibera n.813 del 23/07/2018 (nella cartella zippata) la Giunta Regionale ha approvato due nuovi bandi per la realizzazione di progetti di investimento in attività di INNOVAZIONE delle MPMI toscane assieme agli allegati A (Indirizzi), B (Elenco Servizi) e C (Criteri di selezione) che ne costituiscono parte integrante.

L’intervento regionale si muove nell’ambito del POR FESR 2014-2020 in attuazione della linea di Azione 1.1.2 “Sostegno per l’acquisizione di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese” (nelle due declinazioni: sub A: “Sostegno ai processi di innovazione nelle MPMI manifatturiere e dei servizi” e sub B: “Sostegno ai processi di innovazione nelle MPMI del turismo e del terziario per l’innovazione”) e della linea di Azione 1.1.3 “Sostegno ai processi di innovazione nelle MPMI manifatturiere mediante aiuti agli investimenti per l’innovazione”.

Finalità:
In particolare l’obiettivo della Regione Toscana, anche alla luce della strategia regionale su Industria 4.0, è teso ad incrementare l’innovazione delle imprese e promuovere attività di collaborazione tra imprese ed organismi di ricerca, utilizzazione di laboratori di prove e test presenti sul territorio, incubazione nelle strutture riconosciute a livello regionale, etc.
Saranno finanziati progetti di innovazione legati alle priorità tecnologiche orizzontali indicate nella Smart Specialisation Strategy (formato PDF – dimensione 5 Mb) (Strategia di Specializzazione Intelligente) e articolate in “ICT E FOTONICA”, “FABBRICA INTELLIGENTE” e “CHIMICA E NANOTECNOLOGIA”.

L’intervento prevede il sostegno a progetti di investimento da ricondurre alle tipologie di attività innovative previste nel Catalogo dei Servizi Avanzati e Qualificati (formato PDF – dimensione 271 Kb) per le imprese toscane (qui allegato) attraverso due modalità di attuazione tra loro complementari:
BANDO A “Sostegno alle MPMI per l’acquisizione di servizi per l’innovazione” (cd. Microinnovazione) corrispondenti a quelli individuati nel “Catalogo”;
BANDO B “Sostegno a progetti innovativi strategici o sperimentali” che prevedono l’attivazione di specifiche combinazioni di tipologie di servizi contenuti nel “Catalogo” e destinato ad aggregazioni d’impresa.

Beneficiari:
BANDO A: Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata quale ATS, ATI, Reti di Imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di Imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) e Consorzi;
BANDO B: Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma aggregata o associata quale ATS, ATI, Reti di Imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di Imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) e Consorzi.

Tipologia di agevolazione e intensità:
BANDO A “Sostegno alle MPMI per l’acquisizione di servizi per l’innovazione”: i progetti d’investimento devono essere riconducibili alle diverse tipologie di attività innovative previste nel “Catalogo”.
Il COSTO TOTALE del progetto presentato non deve essere inferiore a Euro 15.000,00 e superiore ad Euro 100.000,00.
Nella scheda riepilogativa dei servizi contenuti nel “Catalogo” (Allegato B) per ogni tipologia di impresa e di attività innovativa viene indicata la spesa massima ammissibile e l’intensità massima dell’agevolazione.
Il progetto può prevedere anche la combinazione di due o più tipologie di servizi previsti nel “Catalogo” ma la spesa massima ammissibile non può essere superiore ad Euro 100.000,00.

BANDO B “Sostegno a progetti innovativi strategici o sperimentali”: i progetti dovranno prevedere l’attivazione di una combinazione di tipologie di servizi contenuti nel “Catalogo” da ricondurre ai seguenti interventi:
1.Attività innovative di ACCOMPAGNAMENTO E CONSOLIDAMENTO – audit tecnologico e industriale, assunzione di temporary manager, potenziamento sistemi di raccordo tra supply chain e committenza, tutoraggi industriali (accordi impresa committente/microimpresa- start up)
2. Percorsi ADVANCED MANUFACTURING o industria 4.0 coerenti con le road map nazionali e con le RIS3 Toscana
3. Attività per l’INNOVAZIONE COMMERCIALE ED IL PRESIDIO STRATEGICO DEI MERCATI nonché innovazione dei processi e dell’organizzazione con sperimentazione di pratiche di innovazione sociale.
Il COSTO TOTALE del progetto presentato non deve essere inferiore a Euro 40.000,00 e superiore a Euro 100.000,00 per ciascuna impresa partecipante.
L’intensità dell’aiuto viene calcolata sull’investimento ammesso tiene conto della dimensione d’impresa ed è pari al 60% per la media, 70% per la piccola ed 80% per la microimpresa.

Tipologia interventi finanziabili:

Il progetto d’investimento innovativo, coerentemente con quanto previsto dalla disciplina degli aiuti di stato, deve prevedere una o più delle seguenti attività:
– studi di fattibilità
– attività di innovazione in particolare mediante:
a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione
b) acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione
c) acquisizione di personale altamente qualificato.

Modalità e termini pe rla presentazione delle domande:

La domanda di aiuto deve essere redatta esclusivamente on-line accedendo al sistema gestionale disponibile al sito Internet https://sviluppo.toscana.it/bandi/. Le domande potranno essere presentare in via continuativa fino ad esaurimento delle risorse.

Modalità di erogazione dell’aiuto:
L’erogazione dell’aiuto avviene su istanza del beneficiario e, di norma, nella forma di voucher.
Alla domanda di erogazione deve essere allegata la rendicontazione di spesa asseverata dal revisore legale. La domanda di erogazione può essere a titolo di anticipo, di SAL o di saldo.

Allegati

Misure di sostegno all’INNOVAZIONE delle MPMI. Approvati 2 NUOVI BANDI

CATALOGO SERVIZI AVANZATI E QUALIFICATI Decreto_n.1389_del_30-03-2016-Allegato-A

Lascia un commento